GLI SPAGHETTI VANNO AL DENTE ?


Sicuramente lo spaghetto va cotto al dente, credo che tu sia d’accordo con me. Confesso che da invitato ho mangiato spesso la pasta con cottura sbagliata, ovvero scotta. Non demordere è il mio motto e di fatto cerco sempre le persone giuste per i consigli culinari del momento.

Ecco di seguito la ricetta.

“SPAGHETTONI DI PRIMAVERA”  

Ingredienti: 320 gr. di spaghetti quadrati di qualità, 150 gr di fave sgusciate + 40 gr per la decorazione, 4 o 5 foglie di basilico fresco o menta, 60 gr di pecorino grattugiato, 150 gr di mandorle spellate, 100 gr di guanciale, 40 gr di mandorle a lamelle, q.b. olio evo, q.b. sale e pepe.

Vediamo come prepararli;Spaghettoni Primavera

Preparare per prima cosa il pesto di fave e mandorle privando della pellicina esterna le fave (150 gr) e frullandole con le mandorle spellate, il pecorino, le foglie di basilico o di menta a pezzetti. Azionare il mixer pochi istanti e subito dopo iniziare ad aggiungere l’olio a filo, con il mixer in funzione,  fino ad ottenere un composto cremoso e consistente. Aggiungere il pepe. Il sale non è necessario per la presenza del pecorino che renderà saporito il pesto. Nel frattempo far bollire l’acqua, salata,  e cuocere gli spaghetti. Vedi sotto03 VOLO Villetta Via COLLE VELIA - Copia

SCOPRI IL NUOVO CANTIERE DI COLLE VELIA AD ANZIO. NUOVE SOLUZIONI IN CLASSE A+. CHIAMA IL 06.980.6677 E REALIZZA IL SOGNO CHE STAVI ASPETTANDO. 

In una padella antiaderente saltare, su fuoco vivace e senza aggiungere grassi, il guanciale tagliato a listarelle molto sottili e renderlo croccante. Tenerlo in caldo tra due piatti.

In un’altra padella, sempre senza aggiungere grassi, far saltare velocemente le mandorle a lamelle che serviranno per la guarnizione. Attenzione a non bruciarle!

Scolare gli spaghetti molto al dente (conservando l’acqua di cottura) e versarli in una padella sul fuoco, con un filo d’olio. “Risottarli” aggiungendo poco alla volta un mestolo d’acqua di cottura e mescolare velocemente con un cucchiaio di legno per estrarre più amido possibile dalla pasta. Quando saranno giunti a cottura aggiungere il pesto e mantecare velocemente aggiungendo ancora, se necessario, poca acqua di cottura per rendere più cremoso il condimento. firmavaleviola

Impiattare decorando con il guanciale croccante, le mandorle a lamelle tostate e le fave sgusciate tenute da parte. Servire subito.

p.s.: il pesto si può conservare in frigo fino a due giorni in un vasetto sterilizzato, coperto con olio e pellicola e ben chiuso.

TUTTI I MESI UNA NUOVA RICETTA DI VALENTINA SU ILU MAGAZINE, NON PERDERE LA TUA COPIA

 

Quadro Blog

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.